Ancora una volta mi sono chiesta perché mai la religione deve proibire tutto ciò che rende felici le persone. O forse è proprio perché una cosa è proibita che porta tana gioia?


Ecco un’altra delle domande che, quando si parla di etica, moralità e religione, puntualmente spunta fuori con il suo sorrisetto sarcastico, come a dire “non lo saprete mai”. Posso dirlo senza problemi: questo è un romanzo erotico. Ma non aspettatevi qualcosa alla 50 sfumature di grigio: questo libro è più articolato, meglio strutturato e, sotto certi punti di vista, meno scontato.


Anni ’50 del 1700. Luciana Giordano è la figlia di Gaetano Giordano, abile mercante e fervente uomo di chiesa. Dopo il trasferimento della famiglia a Venezia, Luciana perde la madre a causa di una grave malattia. Gaetano, convinto che la colpa fosse della città e della sua perdizione, costringe la figlia a condurre una vita casa-chiesa, senza poter leggere altro libro al di fuori della Bibbia, siccome siamo in pieno diciottesimo secolo e la società è ancora fortemente retrograda e maschilista; è incarnata perfettamente nella figura autoritaria del padre della ragazza, che un giorno deciderà con chi farla unire in matrimonio. A causa di questa continua e insistente soppressione della sua libertà, Luciana si sente sempre più attratta dal mondo ‘fuori dalla finestra’, proprio come un’eroina romantica, incantata dai suoi segreti e dai suoi misteri; andrà alla loro scoperta, a insaputa del padre, dopo l’offerta di un misterioso uomo che per tutto il tempo, ogni sera, l’aveva osservata mentre lei si sporgeva dalla finestra per guardare quello che accadeva dopo il calare del sole. Lui le propone di istruirla in ogni campo, dall’economia all’amore, e lei accetta. Travestita da ragazzo andrà alla scoperta del mondo ogni notte.

Caso vuole che Luciana sia un’eroina per Sarah, ricercatrice di storia per l’università di Oxford e grande appassionata della vicenda della ragazza; talmente tanto che dopo la rottura con il fidanzato, Steven, si sente in dovere di allontanarsi da Londra per poter prendere una boccata d’aria. Ecco che allora Luciana la porta fino a Venezia, precisamente a Palazzo Donato dove, all’interno della biblioteca, è conservata la corrispondenza della ragazza.

Ma per quale motivo Luciana è così importante? Sarah crede che quella di Luciana sia la penna dietro Il manuale dell’Eros, libro che racconta il risveglio sessuale di una giovane ragazza a partire dalla fatidica prima volta. Tramite la lettura dei diari di Luciana e una complicata relazione con il proprietario del palazzo Donato, il lettore attraversa il percorso sessuale di Sarah stessa, anche per lei dagli albori. Forse ispirata dalle imprese di Luciana, che con vero spirito da suffragetta decide di esplorare ciò che la circonda perché convinta di poter essere, con un po’ di istruzione, all’altezza di qualsiasi altro uomo, così anche lei vuole liberarsi dei suoi timori, allargando i suoi orizzonti soprattutto in ambito sessuale, per trovare uno spiraglio di felicità pur dovendo, forse, sacrificare la sua libertà, proprio come la ragazza del ‘700. A causa del suo affronto, infatti, questa verrà spedita dal fratello in un convento.

Interessante il parallelismo costante tra Luciana e Sarah, ancora più marcato grazie alla corrispondenza di entrambe con il rispettivo amante: nel caso di Luciana si tratta di Giacomo Casanova, mentre in quello di Sarah si tratta dell’affascinante e misterioso Marco Donati, ex playboy ed enigmatico proprietario delle lettere della ragazza, nonostante sia il protagonista della relazione virtuale di Sarah, originata dal bisogno di lei di analizzare quelle lettere, non le si mostra mai di persona, rendendosi così ancora più misterioso di quanto già non sia. E anche quando sembra che finalmente si stiano per incontrare, accade qualcosa che rende solo più fitto l’arcano.

Sarah sarà divisa tra Steven, affascinante ex professore ed ex fidanzato della ragazza, che dopo tre mesi di silenzio successivi alla rottura si ripresenta alla casella di posta elettronica di Sarah, risvegliando in lei tutte le emozioni di sette anni di relazione, e Marco, uomo avvolto dal mistero che sembra toccare tutti i tasti giusti del cuore della ragazza; o, per lo meno, sembra farlo fino a quando lei perde la pazienza a causa del fatto che nonostante lei sia stata così aperta e disponibile, lui non le si sia mai mostrato di persona.

La nostra protagonista è dunque molto combattuta: si è trovata a rompere con Steven perché, come accade a tante persone, ha avuto il timore di essere stata rimpiazzata con una ragazza più giovane e bella, la ragazza dietro la maschera. Riuscirà ad accettare le condizioni di Steven per riallacciare il loro rapporto? Dimenticherà l’intimità condivisa con Marco Donati?

Moralità e perdizione, una causa dell’altra, si intrecciano in questo libro, che sembra dire a caratteri cubitali “ogni donna è libera di fare ciò che vuole, in qualunque campo“. E sono d’accordo, perché la parità dei sessi è estremamente importante. A tutti quelli che si lamentano della distinzione tra femminicidio e omicidio, vorrei dire che è proprio a causa della scarsa importanza di cui siamo investite che esiste questa distinzione, perciò non andate a lamentarvi se abbiamo un termine particolare per gli omicidi di genere, perché è importante distinguere ed evidenziare la differenza. Si capisce questa importanza anche solo dal fatto che si sente molto più spesso di un marito che uccide la moglie piuttosto che il contrario. E a causa di queste differenziazioni, poi, che si vanno a creare le discriminazioni, omofobia compresa. Se volete veramente la parità ovunque, in tutti i campi, allora trattate chiunque vi troviate davanti da vostro pari. Abbiate un po’ di umiltà.

In generale, però, mi è sembrato di capire anche che certe volte alle donne fa piacere essere dominate, ma non nel senso barbarico del termine: intendo dire che vogliono qualcuno in grado di assumere il controllo solo quando necessario, farle sentire amate e protette, libere dal peso di dover fare tutto da sole.

Di poter contare su qualcuno capace di farle sentire al sicuro senza opprimerle.

 

Annunci