Cerca

Cranberries and tea…

Life has a bittersweet taste.

Le sorelle, Claire Douglas

Questo romanzo è stato difficile, lo ammetto. Non difficile come potrebbe esserlo uno di Tolstoj o uno di Hesse; quando dico difficile, intendo complicato da seguire. Con uno stile di scrittura che rasenta l'infantile, la Douglas prende il tuo cervello,... Continue Reading →

La ragazza dietro il ventaglio, Stella Knightley

Secondo capitolo di una trilogia che si sta rivelando più intrigante di quanto pensassi. Questa volta cercherò di non dilungarmi troppo. Non posso fare a meno di continuare a paragonarlo a 50 sfumature di grigio, che non è per niente... Continue Reading →

La ragazza dietro la maschera, Stella Knightley

"Ancora una volta mi sono chiesta perché mai la religione deve proibire tutto ciò che rende felici le persone. O forse è proprio perché una cosa è proibita che porta tana gioia?" Ecco un'altra delle domande che, quando si parla... Continue Reading →

La psichiatra, Wulf Dorn

È facile analizzare un paziente quando si è dall'altra parte della scrivania. Diventa un po' più difficile quando il paziente in questione è uno psichiatra lui stesso. Ma è possibile interpretare entrambi i ruoli, lo psichiatra e il paziente, contemporaneamente? È... Continue Reading →

Lo Schiaccianoci, Pëtr Il’ič Čajkovskij

Full immersion in un capolavoro russo rivisitato dal coreografo del Balletto di Siena. Da non perdere.

Libero arbitrio: lo abbiamo oppure no?

Libero arbitrio: che parole pesanti. Abbiamo il libero arbitrio oppure no? L’uomo si è posto questa questione varie volte nel corso dei secoli. Quale, tra i filosofi che più conosciamo, non si è mai posto una domanda del genere? Nessuno.... Continue Reading →

If you love me, let me go.

Ovvero: se mi ami, lasciami andare. Sono proprio curiosa di sapere che cosa ne pensate al riguardo. Mi è venuto in mente ascoltando una canzone dei Panic! At the Disco (band che consiglio vivamente di ascoltare), precisamente “This is Gospel”.... Continue Reading →

Le notti bianche, Fëdor Dostoevskij

A mio parere il Dostoevskij delle Notti Bianche – considerato che è il suo romanzo d’esordio – è un personaggio particolare, ma solo. Si sa che i sognatori si ritrovano spesso ad essere isolati perché si rivedono decisamente meglio nel... Continue Reading →

Il grande Gatsby, Francis Scott Fitzgerald

Una breve recensione di quella che, a mio avviso, è un'opera carica di significato e un gran capolavoro.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑